ad-agosto-quasi-1900-euro-in-piu-in-busta-paga-per-infermieri,-ostetriche,-oss-e-professioni-sanitarie-ma-non-per-tutti.

Ad agosto quasi 1900 euro in più in busta paga per Infermieri, Ostetriche, OSS e Professioni Sanitarie. Ma non per tutti.

Con il rimborso IRPEF di agosto giungeranno in busta paga dei lavoratori dipendenti fino a 1880 euro in più. Si tratta di rimborso IRPEF di cui beneficeranno anche Infermieri, Ostetriche, OSS e Professioni Sanitarie.

Novità in busta paga per Infermieri, Infermieri Pediatrici, Ostetriche, Operatori Socio Sanitari, Professioni Sanitarie, Amministrativi e altre figure tecniche dell’area sanitaria. Giungeranno rimborsi IRPEF fino a 1880.

Ecco chi ha diritto ai rimborsi.

Nella busta paga di agosto ci sarà una sorpresa per i lavoratori, che potranno beneficiare di un bonus fino a 1.880 euro. Si tratta del rimborso Irpef. Ecco cos’è e chi potrà ottenerlo. Si legge in un servizio di Sky TG24.

Si tratta delle detrazioni ai fini dell’imposta sul reddito delle persone fisiche, l’Irpef, il cui valore dipende anche dal tipo di contratto di lavoro.

Il bonus sarà accreditato direttamente in busta paga. Potranno riceverlo i lavoratori dipendenti, grazie a una serie di detrazioni che vengono calcolate e rapportate in base ai giorni di lavoro effettuati nel corso dell’anno.

Non tutti i dipendenti riceveranno l’intero importo del rimborso (1.880 euro). Qualcuno potrebbe trovarsi anche delle cifre inferiori: il bonus nella busta paga di agosto 2021 dipende anche dal tipo di contratto di lavoro.

Ad esempio, per i lavoratori con un contratto a tempo determinato la detrazione Irpef non può essere inferiore ad una soglia prefissata.

Entrando nel dettaglio, la detrazione per il lavoro dipendente arriva effettivamente a quella massima, ovvero a 1.880 euro, quando il reddito complessivo del lavoratore non supera la soglia di 8.000 euro.

Ma in ogni caso, l’importo del bonus che arriverà direttamente in busta paga non potrà essere inferiore ai 690 euro. La soglia minima di detrazione Irpef sale a 1.380 euro quando il lavoratore, con un reddito complessivo che non supera 8.000 euro, è occupato con un contratto a tempo determinato.

Per i lavoratori invece che hanno un reddito complessivo sopra la soglia di 8.000 euro, ma sotto i 28.000 euro, la detrazione è pari a 978 euro. Al crescere del reddito complessivo del lavoratore, quindi, il bonus in busta paga decresce.

Il rimborso arriva ad azzerarsi in presenza di un reddito complessivo del lavoratore pari o superiore alla soglia dei 55mila euro.

In qualità di sostituto di imposta, è direttamente il datore di lavoro che applica in busta paga le detrazioni per i redditi da lavoro dipendente.

L’articolo Ad agosto quasi 1900 euro in più in busta paga per Infermieri, Ostetriche, OSS e Professioni Sanitarie. Ma non per tutti. proviene da AssoCareNews.it – Quotidiano Sanitario Nazionale.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *