73°-festival-di-sanremo:-sul-palco-dell’ariston-l’inedita-sfida-a-tre-morandi-–-ranieri-–-al-bano-(foto)

73° Festival di Sanremo: sul palco dell’Ariston l’inedita sfida a tre Morandi – Ranieri – Al Bano (foto)

mercoledì 08 febbraio

Foto di Duilio Rizzo

martedì 07 febbraio

Festival di Sanremo, le opinioni: “Non lo guarderemo. Zelensky non sarebbe nel luogo adatto” (Video)

La Liguria presente a Berlino per l'edizione 2023 di Fruit Logistica

Stelle nello Sport 2023, aperte le iscrizioni al concorso scolastico “Il Bello dello Sport”

Continua Lunaria a Levante, con

lunedì 06 febbraio

Torna il SempreVerdi Festival, l'evento dedicato a Giuseppe Verdi

domenica 05 febbraio

Fiera di Sant’Agata, il ritorno della tradizione: affluenza record

“Liguria Love – Liguria Alone”, la campagna della Regione per celebrare San Valentino e San Faustino

sabato 04 febbraio

Politica

Caro bollette, Draghi annuncia un intervento del governo:

Politica

Porto, terzo valico, ferrovie, Draghi elenca le opere finanziate con il Pnrr,

Politica

Foto di Duilio Rizzo

Foto di Duilio Rizzo

La seconda serata del 73° Festival di Sanremo scrive un’altra pagina di storia della canzone italiana.
Per la prima volta sullo stesso palco si sono esibiti (e sfidati) i tre giganti Gianni MorandiAl Bano e Massimo Ranieri. Una pacifica battaglia a suon dei successi che hanno scritto pagine indelebili della stoia d’Italia.
Il pubblico dell’Ariston (e della sala stampa) ha accompagnato l’esibizione con cori incessanti e l’emozione di assistere a un’esibizione che entra di diritto nella storia della kermesse. E la standing ovation è servita.

Oltre ai successi dei tre giganti della musica italiana, è stata proposta un’insolita versione di “Il nostro concerto” di uno dei massimi esponenti della rinomata scuola genovese: Umberto Bindi.

Pietro Zampedroni

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Ti potrebbero interessare anche:

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *